ENAIP: opportunità contro la dispersione (Bergamo, Dalmine, Romano di L.)

Nel 2020 si è registrato un aumento dei NEET, ossia dei giovani  tra 15 e 29 anni che non studiano e non cercano lavoro. In bergamasca si tratta del 18,3% (nel 2019 era il 14,5%). A volte effetto scatenante è l’abbandono della scuola. Spesso ragazzi/e  e le loro famiglie non sanno a chi rivolgersi. A volte nemmeno la scuola sa realizzare un vero accompagnamento a riorientarsi, oppure lo studente/la studentessa tronca ogni relazione.

ENAIP propone un servizio di ri-orientamento per  giovani, dai 15 ai 18 anni (19 anni non compiuti), con un insieme di attività a partire da una valutazione del percorso svolto e del bisogno di orientamento, da approfondire in momenti dedicati, con orientatori specializzati.
Depliant RI-orientamento di presentazione dell’iniziativa che può esservi utile per la segnalazione e l’accompagnamento dei ragazzi e delle loro famiglie verso percorsi diversi

Per facilitare i contatti con i ragazzi interessati e le loro famiglie, ecco in evidenza i referenti per singola sede Enaip
Bergamo: referenti Chiara Tiraboschi – Cecilia Acerbi
Dalmine: referenti Stefania Boschi – Chiara Pezzotta
Romano: Stefano Mariotti

AREE FORMATIVE PROFESSIONALIZZANTI

Condividi queste informazioni
  • Print
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • PDF
Questa voce è stata pubblicata in Iniziative territoriali e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *